Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag

Italia

polemiche vaccini crolli incidenti

L’Italia estiva sembra preda di una sorta di furor collettivo: di fronte ad immani tragedie che imporrebbero a tutti silenzio, riflessione, moderazione non v’è politico che si sottragga dalla tentazione di buttare benzina sul fuoco, accusando le controparti di sciacallaggio… Continua a leggere →

Non solo statue, anche Cristoforo Colombo

Cristoforo Colombo, un monumento nazionale, anche se non mi è ben chiaro di quale nazione, possiamo chiamarlo italiano? Non credo sarebbe onesto, tuttalpiù genovese, visto che ai tempi l’Italia non esisteva ancora. Quando scoprì l’America, invece, lo fece per conto… Continua a leggere →

La prima marcia su Roma

Ricorre proprio oggi l’anniversario della prima marcia su Roma, quella che Luciano Canfora ha ben raccontato in uno dei saggi del volume di Laterza, I giorni di Roma. Canfora racconta le vicende dell’imperatore Ottaviano Augusto che alla bella età di… Continua a leggere →

Galli della Loggia, l’Urbe e l’orbe

Facevo cenno già ieri ad un ottimo editoriale del professor Ernesto Galli della Loggia sul Corriere; destinatario degli strali il governo locale di Roma, con il sindaco Virginia Raggi, da tempo senza ossigeno, a far da degno rappresentante di un’intera classe… Continua a leggere →

un sintomo

Debbo alla cortesia  di una gentile collega la foto che fa da immagine a questo post: scattata ieri mattina, non dirò in quali circostanze così da non creare imbarazzi a nessuno. Il suo contenuto è presto detto: c’è la carcassa… Continua a leggere →

Disparità di trattamento

Leggo due articoli dal Corriere della sera, anzi mi correggo due articoli e un video: uno intitolato “Lo schiavismo moderno e la paura che ci blocca” di Pierluigi Battista ed uno della redazione milanese online dedicato a Salvini che esibisce… Continua a leggere →

il razzismo, l’aiuto di guerra e rivoluzioni

Siamo all’XI capitolo del bellissimo libro di George L. Mosse dedicato al razzismo; in questo caso specifico si affronta la questione della consuetudine alla violenza che la guerra aveva comportato, assieme alla vittoria dello stato nazione e degli ideali di… Continua a leggere →

Oporto e il bilancio del Portogallo

Ero partito per il Portogallo decisamente prevenuto; mi aspettavo un paese caotico, sporco e insicuro; ricordavo anche che era fallito una o due volte, quindi, mi aspettavo di trovare uno stato di degrado e tristezza diffusi. Sono ben contento di… Continua a leggere →

Fascismo e sessualità

Siamo ormai alla fine del bellissimo libro di George L. Mosse, Sessualità e nazionalismo; questo è il settimo e penultimo capitolo. Il fascismo non fece solo opera di repressione della sessualità, anche se è vero che ogni tipo di fascismo… Continua a leggere →

Inflessibile Angela

Oggi ho visto in tv il volto inflessibile, spietato di Angela Merkel: la sua risposta ad una domanda di una ragazzina palestinese, abitante in Germania da 4 anni (formulata in ottimo tedesco) ne ha causato il pianto, a fronte del… Continua a leggere →

La riscoperta del corpo

Ecco in sintesi il secondo capitolo del libero di George L. Mosse dedicato a Nazionalismo e sessualità. Al momento non ho molto da aggiungere a quello che l’autore argomenta; tutto è ottimo materiale per riflettere sui miti fondativi del secolo… Continua a leggere →

san Benedetto scompare

L’undici luglio, giornata insignificante, anzi negativa da molti punti di vista, buon ultimo il sinistro che mi ha visto protagonista: erano anni che non avevo incidenti stradali ma oggi ho interrotto, purtroppo, la buona tradizione, pazienza. Già in mattinata un… Continua a leggere →

Sessualità e nazionalismo

Dopo il bellissimo volume dedicato al mito dell’esperienza di guerra, George L. Mosse mi ha sedotto con un’altra su opera dedicata ad un tema che è non meno importante ed affascinante, il rapporto tra la sessualità ed il nazionalismo, questo… Continua a leggere →

Vergogna Italia

Mi era venuta voglia di scrivere qualcosa in merito alle dichiarazioni del padre di quel conducente che, a Roma, ha travolto e ucciso, una badante filippina, dandosi poi a precipitosa fuga. Detto farabutto è, pura casualità, avrebbe potuto essere chiunque,… Continua a leggere →

La seconda guerra mondiale, il mito e la generazione postbellica

La seconda guerra mondiale, il mito e la generazione postbellica, questo il titolo dell’ultimo capitolo del volume di George L. Mosse, che ho provato a sintetizzare, sperando di ricavarne per il futuro qualche ulteriore frutto oltre alla grande soddisfazione che… Continua a leggere →

© 2018 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑