Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag Giacomo Contri

Anatomia di Dio

Anatomia di Dio è il titolo di un ponderoso volume dedicato a Dio. L’autrice, tal Francesca Stavrakopoulou, è professore di Bibbia ebraica presso l’università di Exeter. Ho comprato questo volume su indicazione dell’amico Gabriele Trivelloni che aveva letto in giro… Continua a leggere →

Beata ingenuità

Beata ingenuità?Niente affatto!“L’ingenuità è la condizione senza colpa dell’accadere psichico della psicopatologia, al posto dell’accadere psichico dell’innocenza (= non nuocere)” (Giacomo Contri, post del 21/01/2016). Mi sono tornate alla mente queste parole – e non solo queste – per via… Continua a leggere →

Primo anniversario della morte di Giacomo Contri

Scrive la dottoressa Raffaella Colombo, presidente della Società amici del pensiero: “Le ricorrenze di calendario toccano gli affetti e sollecitano i ricordi”, così accade anche a me.La ricorrenza è quella del primo anniversario della morte di Giacomo Contri, una figura… Continua a leggere →

Buon Natale 2022

Santo Natale anche quest’anno, come ogni anno, sempre diverso e sempre uguale.Come ogni volta avverto una particolare insofferenza verso tutte quelle consuetudini che stordiscono (la corsa ai regali e alle cibarie et similia) e fanno dimenticare che il Natale è… Continua a leggere →

Il sublime e i tortelli della Ross.

Per chi è appassionato di letteratura o filosofia il Sublime è un concetto che rimanda a riflessioni di pezzi da 90 quali Kant, Hegel, Schiller, Schopenhauer; non se ne è disinteressato Sigmund Freud e nemmeno Giacomo Contri fino ad arrivare,… Continua a leggere →

Sul diritto alla moda e la moda dei diritti

Debbo gratitudine al neo deputato Aboubakar Soumahoro che ha sdoganato l’ultimo dei diritti che la sinistra italiana sta elaborando in questi decenni, il diritto alla moda. Si tratta, in realtà, di un pretesto per parlare dei diritti e della sinistra… Continua a leggere →

Il terzo anniversario di Federico

E siamo al terzo anniversario: il mio caro amico, l’ottimo Federico Buzzi, compagno di scuola al liceo scientifico Giacomo Ulivi, sono tre anni che vive nel seno di Abramo.  Non voglio scriverne un necrologio, sarebbe inutile, chi lo ha conosciuto… Continua a leggere →

Poliziotti alla Sapienza e il significante

Una ripresa da Lacan del Dr. Giacomo Contri in un post del 12 settembre 2008 dal titolo “Faccia da prete” “gli vedrete la faccia da prete, perché?: perché parla con quei marchi di gruppo, o di clero, che J. Lacan… Continua a leggere →

Calenda e Costi

L’ultimo giorno del mese di maggio ho deciso di compiere un gesto per me assolutamente inconsueto, che non ricordo di avere mai realizzato in precedenza, salvo qualche errore di. memoria che non è più la stessa di un tempo (anzi… Continua a leggere →

Sia fatta la tua volontà

Si potrebbe definire questo post un frutto dei due precedenti dove si è trattato con abbondanza, seppur a margine di volontà.Un collegamento mi ha richiamato alla memoria la più celebre preghiera dei cristiani, quella da recitare in segreto, nella propria… Continua a leggere →

Un bel lapsus

Non mi ero accorto di avere commesso, anzi di essermi concesso un bel lapsus calami – a differenza di quelli verbali, quelli scritti, in tempi di correttori automatici, sono ben più difficili e da commettere e da individuare: riguarda il… Continua a leggere →

Banalizzazione e lavoro

Ho pubblicato alcuni giorni fa un post dedicato alla memoria del mio primo vice comandante, Leonardo Fazzioli, persona di cui ho un ricordo positivo (d’altronde è fatto notorio che non perdo tempo a parlare di chi non ritengo degno vivo… Continua a leggere →

Giornata intensa con matrimonio

Oggi avrei voluto essere altrove, ed era tutto pensato ed organizzato ma la vita spesso impone rinunce o scelte che uno non vorrebbe ma che sono inevitabili.Essendo stato invitato da Alfuccio, al secolo Alessandro (Alfarano) e dalla sua fidanzata, Angela,… Continua a leggere →

Accoglienza

Scrivendo dell’escursione alla fondazione Magnani Rocca, parlavo di bellezza che ritempra lo spirito: è una delle soluzioni compromissorie, nevrotiche, che pratico da anni, ben sapendo che non risolveranno il problema. Non ricordo chi lo diceva, forse Giacomo Contri, ma l’affermazione… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2023 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑