Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag

Federico Buzzi

Sogno ortopedico terremotato

Sabato mattina in quel di Milano per la prolusione, ottima come sempre, del corso annuale di Studim Cartello, intitolata “Quid amor?”: Giacomo Contri è stato stimolante, come sempre. A fine mattinata mi arriva una pessima notizia che riguarda due cari… Continua a leggere →

Varie natalizie

In questo periodo natalizio sono accaduti alcuni piccoli banali eventi quotidiani che mi hanno particolarmente rallegrato, nonostante stia vivendo con una certa apprensione il mio futuro inizio nella mia città natale. Il primo, un impensato, è proprio questo trasferimento, ma… Continua a leggere →

da Vigion e altre storie

Serate intense come non mi accadeva da tempo: in ordine temporale la precedenza spetta al dentista che mi ha riscontrato alcune cariette e me n’ha sistemata una. Devo ammettere che il mio terrore per il dentista è molto diminuito dopo… Continua a leggere →

cena modenese, nella miglior tradizione

Giovedì sera, 18 febbraio, a Modena, pizzeria a fianco del 212, stesso gestore. Una di quelle serate che hanno uno strano effetto da dottor Jekyll e Mr. Hyde: sono entusiasmanti e deprimenti nel medesimo tempo. L’occasione è data dal desiderio,… Continua a leggere →

due giorni in Romagna

Sono tornato in Romagna, a Ravenna per l’ultima lezione al corso di formazione dei colleghi più o meno neo assunti poi ho trovato il solito accogliente ricovero presso la famiglia del mitico Fabio Montebelli, a Rimini, dove ho finito la… Continua a leggere →

dies horribilis

Nonostante la ricorrenza dell’onomastico dell’amico Roberto Mastri, oggi infatti si festeggia la memoria del cardinale san Roberto Bellarmino, è stato un cosiddetto dies horribilis. Erano le 7.55 quando ci apprestavamo, io e mia madre, ad una passeggiata di 6 km… Continua a leggere →

sogni aprilini

 Il 23 aprile: Mi trovo in treno, forse; ad un certo punto devo trovare o acquistare o provare uno di quei tricicli elettrici per anziani; il mio assomiglia più a un go-kart che non a un triciclo per anziani, ma… Continua a leggere →

Buona Pasqua

In pieno sabato santo, durante il Triduo pasquale, festività cattolica più importante dell’anno. Inaspettatamente, giovedì scorso, ho ricevuto la telefonata del mio Commissario preferito, che mi ha commosso non poco. Sono trascorsi 18 giorni dall’ultima volta che abbiamo pranzato assieme… Continua a leggere →

vita sociale

Giornate di intensa vita sociale: ieri sera sono uscito a cena con l’amico Federico. Ho proposto io il ristorante messicano (anche se poi ha pagato lui), in città; il menù è stato un’importante, non saprei come chiamarla, direi costata (filetto… Continua a leggere →

Avevano messo pioggia, invece oggi, è stata una giornata proficua per i lavori di giardinaggio. Non mi ci potevo sottrarre, dopo l’impegno di ieri a Casalgrande, dove ho goduto dell’ospitalità del Comandante Ermanno Mazzoni, del Commissario Golfieri, di Lazzaro Fontana,… Continua a leggere →

Dall’ottimo Federico avevo ricevuto l’invito per una cena di classe (cioè coi compagni del liceo); che non intendessi prendervi parte era abbastanza scontato, ma questo non mi ha risparmiato un breve resoconto, che ho subito stoppato. Una cosa è comunque… Continua a leggere →

un amico ritrovato ed una buona pizza

Ieri sera, grazie ai buoni uffici dell’ottimo Federico, ho avuto modo di rivedere, dopo decenni, un compagno di liceo (non di classe). Immersi nella nebbia che imperversava nella bassa, ci siamo recati presso il suo studio dentistico per poi condividere… Continua a leggere →

“Hanno pensato” e ci penso anch’io

Prima gastroscopia della mia vita, con esito non entusiasmante, ed è un eufemismo: urge cambio stile di vita, che non credo farò più di tanto. Sono stato assistito dalle amorevoli premure dell’ottimo Federico che mi ha fatto da Angelo Custode,… Continua a leggere →

melone in famiglia

Ieri sera, cogliendo il consiglio dei miei zii, ho raccolto il melone, l’unico melone che la pianta mi ha concesso: peso 2850 grammi. Molto soddisfatto, ho vinto il mio naturale egoismo (mo’ me lo magno) e l’ho portato a mio… Continua a leggere →

fiori, colori e ringraziamenti

Oggi è stata una strana giornata: è di fatto saltato il mio contributo all’incontro formativo presso la Scuola interregionale di polizia locale, tuttavia non è andata male; i miei correlatori sono state persone competenti, cortesi, interessanti, disponibili. I miei complimenti… Continua a leggere →

© 2018 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑