Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag parola

Autunno in avvicinamento

Da cosa percepisco che l’autunno si avvicina? Certo le giornate hanno minor durata, cioè c’è meno luce, ma due sono i segnali che la stagione volge verso la tristezza autunnale: le visite del mio amico rospetto ed i radicchi. Ieri,… Continua a leggere →

La parola è un evento

“La parola è un evento”, debbo questa frase all’amico Gabriele Trivelloni che ho avuto il piacere di rivedere, dopo una lunga pausa, ieri sera. Parlavo di varie ed eventuali, senza uno scopo preciso, raccontando eventi della vita quotidiana di questo… Continua a leggere →

polemiche vaccini crolli incidenti

L’Italia estiva sembra preda di una sorta di furor collettivo: di fronte ad immani tragedie che imporrebbero a tutti silenzio, riflessione, moderazione non v’è politico che si sottragga dalla tentazione di buttare benzina sul fuoco, accusando le controparti di sciacallaggio… Continua a leggere →

Il Papa e le chiacchiere

Noto in Papa Francesco una certa insistenza sulle chiacchiere nei confronti delle quali sarebbe da fare obiezione di coscienza. Insiste in una occasione affermando che  bisogna «non vivere attorniati dalle chiacchiere» ed ancora: “Gesù ci ricorda che anche le parole… Continua a leggere →

versi che vagano nel gran mare del web

Amo molto Ungaretti, mi piace il suo modo di scrivere poesie, senza orpelli, l’uso di parole che mi rimandano alle sculture di Giacometti, scavate, svuotate di ogni fronzolo. Usa le parole come strumenti da lui stessi forgiati (“Quando trovo /… Continua a leggere →

© 2020 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑