Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag PD

Draghi e non più Draghi

Draghi avrà la fiducia, com’è giusto che sia: Mario Draghi sembra essere l’ultima speranza per il nostro paese, per evitare quel disastro che sono le elezioni cioè quello che, in un paese civile, sarebbe il momento di maggior esercizio di… Continua a leggere →

elezioni in avvicinamento

La campagna elettorale è in pieno svolgimento, manca poco più di un mese alle elezioni politiche e tutti i partiti sono in fibrillazione. Per il comune cittadino quale io sono cambia poco se non il profluvio di promesse più o… Continua a leggere →

Lo sballo, l’omofobia e il doping elettronico

Come spesso mi accade, leggo, avendone tempo, il Corriere della Sera, un giornale di cui ho una certa stima. Stamattina, per concludere degnamente il mese di luglio, col caldo infernale incombente e nel giorno della memoria liturgica di sant’Ignazio di… Continua a leggere →

postelettorale a Parma

Debbo al profilo di un’amica, Daniela Adorni, la lettura di un lungo post pubblicato su facebook dal neo eletto in consiglio comunale di Parma, Lorenzo Lavagetto, che dovrebbe essere, se non ricordo male, anche il segretario del pd. Due passaggi… Continua a leggere →

Leggendo il giornale: dalle elezioni alla riforma dei giudici di pace

Giornata post elettorale a Parma e non solo. Nella città Ducale Chicco Pizza asfalta l’armata di Paolo Scarpa, sostenuto dal pd. La mia ostilità politica ai grilletti, pentastellati e loro profughi vari è nota quindi  non riprenderò, ma, in fondo,… Continua a leggere →

Ballottaggio a Parma

Domenica 25 si vota ancora, a Parma, per eleggere il sindaco. Come preannunciato, non andrò a votare, non trovando interessante nessun candidato. A casa mia, però, è giunta l’ennesima lettera, indirizzata a mia madre, la vera capofamiglia, del candidato sindaco… Continua a leggere →

elezioni comunali a Parma

Giornata di primo turno elettorale a Parma; ho adempiuto al dovere civico di votare. Con grande, grandissima indecisione. Ho dato e fatto pubblicità per un candidato che ha perso e si sapeva; ora ho l’amletico dubbio: votare o non votare?… Continua a leggere →

La morte del capitano

Della prima guerra mondiale ignoro tutto: non la si studiava a scuola, ai miei tempi (e non so nemmeno se lo si faccia oggi). Due  vaghi ricordi però: mio nonno Angiolino, nato nel 1900, aveva ricevuto una medaglia non si… Continua a leggere →

magistrati di Bologna e gufi

Ho sentito stasera alcune lamentele sull’operato dei magistrati di Bologna che interverrebbero in maniera scorretta ed in periodo inopportuno nella corsa alla candidatura dell’aspirante presidente regionale, insomma sgambetto alle primarie del PD. Come ha rilevato il giornalista, e non ci… Continua a leggere →

letture e governo

Ho terminato la lettura di “La zona franca” del giornalista Alessandro Forlani. Libro che si legge volentieri, con le pagine che scorrono veloci, senza mai annoiare. Sfortunatamente il caso dell’omicidio di Aldo Moro rimane un evento non chiarito della poco… Continua a leggere →

Ubi solitudinem faciunt, pacem appellant

Mutazione genetica: il Pd (partito dissolto) si è democristianizzato come mostra chiaramente la discussione sui pacchetti di tessere di poco chiara provenienza. Quando ero giovane erano i democristiani che giocavano con le tessere, non i comunisti (sono stato iscritto ad… Continua a leggere →

© 2021 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑