Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Categoria

varie

Quotidianità pre natalizia

Alcuni episodi accaduti in questo convulso periodo pre natalizio, convulso soprattutto per le difficoltà pratiche e di salute incontrate, non certo per le questioni consumistiche. Il primo episodio non riguarda me personalmente, ma un mio amico e collega, un giovane… Continua a leggere →

Il Mausoleo di Teodorico

Il Mausoleo di Teodorico è una delle tappe obbligate uando si visita Ravenna; nel mio caso ricordo molto vagamente di esserci stato una prima volta durante una gita scolastica ma non saprei definire meglio quando sia avvenuta. Ci tornai, anni… Continua a leggere →

festa modenese

Una festa modenese, cioè a Modena e con prodotti tipicamente modenesi quali il mio amatissimo gnocco fritto, che nei paesi civili si chiama torta fritta. Perchè una festa? per festeggiare, ovvio, il commiato del nostro mitico comandante Andrea Piselli; di… Continua a leggere →

sogno omicidiario

Nella notte tra 7 ed 8 novembre: ho ucciso una donna, non so né come né perché. Debbo disfarmi di alcune cose sue, che non so bene cosa siano; forse sono avvolte in una borsa, tra queste potrebbe esserci un… Continua a leggere →

Monsieur le Président

Mi chiami Monsieur le Président, ha detto un contrariato predidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ad un giovanotto, a margine di una manifestazione ufficiale. Questo, almeno, ho scoperto dai giornali, ad esempio La Stampa, anche se non ho ben capio quando l’episodio è… Continua a leggere →

il rospetto visitatore

In questi giorni sono stato preso da svariati impegni oltre ad essere assillato dal malfunzionamento del pc per cui ho trascurato molte cose degne di interesse. Ma prima un episodio, non degno delle prime pagine delle agenzie di informazione; alcune… Continua a leggere →

Il gabbiano ucciso e Marchionne

Due notizie scollegate totalmente tra loro: la prima, con un risvolto faceto, accaduta in Inghilterra. Un anziano signore, evidentemente colpito da un momento di follia (gli psichiatri li chiamano raptus, che peraltro non esistono), nella civilissima Perfida Albione, ruba una… Continua a leggere →

Super flumina Babylonis

1 Super flumina Babylonis, illic sedimus et flevimus, cum recordaremur Sion. 2 In salicibus in medio eius suspendimus citharas nostras. 3 Quia illic rogaverunt nos, qui captivos duxerunt nos, verba cantionum, et, qui affligebant nos, laetitiam: “ Cantate nobis de… Continua a leggere →

patente di servizio

Dopo una non brevissima carriera, oltre i vent’anni, mi è stata consegnata, oggi, la patente di servizio, quasi un’emozione se non fosse che spero di poterla restituire quanto prima per intervenuta variazione del posto di lavoro. Tra una traversia e… Continua a leggere →

Picasso De Chirico Morandi

Dei 100 capolavori delle collezioni private bresciane avevo fatto solo un breve cenno: ci torno perchè le opere che ho visto a Brescia sono molto belle ed interessanti. Una premessa: la zona di Brescia è terra industriosa, di gente che… Continua a leggere →

È possibile cambiare discorso?

In questi giorni sono stato oggetto di due considerazioni; la prima, da una collega, che mi ha detto di avere pensato che il disagio che ho manifestato al mio arrivo a Parma fosse funzionale ad un trasferimento ai ruoli “civili”… Continua a leggere →

sogno festaiolo

Mi trovo non so bene dove, forse nei pressi della vigna di antichi vicini di casa; all’inizio di un filare vedo un grosso ragno giallo che mi fa decisamente schifo, il filare è di viti di uva nera, con grappoli… Continua a leggere →

un curioso incontro

Nelle mie peregrinazioni in giro per la regione mi capita, ogni tanto, di fare conoscenze impreviste, proprio come stamattina. Seduto nel mio posto singolo che dopo un po’ mette a dura prova la sciatica, me ne stavo leggendo con attenzione… Continua a leggere →

drammatizzazione e guasta tragedie

“Nella vita non c’è nulla di più dispendioso della malattia e della stupidità.” Lo spunto mi è venuto, occasione del tutto imprevista, dal baccano che si è fatto attorno ad un episodio di una banalità sconcertante: un vigilante (ne ignoro… Continua a leggere →

un sogno tragico o forse no

Il sogno, nella notte tra il 25 e 26 aprile scorsi era sicuramente più elaborato ma il resto è sfuggito al ricordo; solo un’immagine tragica mi è rimasta ed eccola: c’è una lunga strisciata, bianca, sull’asfalto, in via Gramsci, nei… Continua a leggere →

© 2019 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑