Invitato da una fantastica ragazza come Elisa Fancinelli potevo rifiutare l’invito alla festa prevista presso il ristorante la Golfa di Castelfranco Emilia? Ovvio che no.

Gli inconvenienti non sono stati pochi: dalla dimenticanza dei panni di ricambio (sigh) al navigatore che andava per i fatti suoi (doppio sigh); sono comunque arrivato.

colleghiDevo confessare che rivedere tanti dei colleghi che da un po’ non avevo modo di sentire è stato un po’ un tuffo al cuore.

Mancavano dei pezzi da 90 come Claudio Castagnoli, Fiorella Artioli, Paolo Piccinini, Andrea Piselli e Sabrina Menghini, ma mica potevo costringerli (ognuno avrebbe reso la serata imperdibile); altro assente ingiustificato medicino meglio noto come Christina Medici che pagherà l’assenza quando saremo a Budapest.

C’erano però il mio prediletto Cristian Cosimo che da solo merita il viaggio, ma anche Chiara Cornia (sempre vergognosamente splendida), Alberto Cuoghi, Claudio Balboni, Francesco Marzano, Gianluca de Simone, la Relanda col Tost ed uno dei miei preferiti di un tempo, il mitico Fabio Pestilli; tanti altri ovviamente (non tutti proprio graditi ma sono tollerante) insomma un parterre de rois di rilievo assoluto.

Ad allietare la serata due artisti di grande rilievo: il grosso Francesco Lo Muzio alla batteria (di pentole?) e il tondo Sandro Malgeri al sax (credo), inaspettatamente molto bravi.

Tutto è andato per il verso giusto, poter rivedere amici e colleghi è sempre un toccasana per le mie stanche membra; per uno che non ama rumore e confusione questo tipo di incontri non è certo l’ideale ma si è trattato di un buon compromesso.trenino

Certo non ho partecipato a chiassosi trenini o balli più o meno scatenati, non è il genere di divertimento che mi attrae ma ho avuto la possibilità di scambiare qualche saluto e questo mi basta.