Sogno nella notte tra il 2 e 3 agosto 2019; due scene:

a casa abbiamo adottato un micetto (Stella), mio fratello mi mostra in cantina una gatta che ha partorito vari gattini, due dei quali sono delle copie di tigre, nel senso che sono identiche a tigri, seppure in miniatura; in totale credo siano 4.

Mio fratello mi dice che sono da portare al circolo (al castelletto?).

In ambulatorio dal mio urologo, che mi informa che la sala d’attesa si trova nell’albergo (hotel) a fianco, quando è il turno del paziente qualcuno lo accompagna nello studio medico, che è anche abitazione.

Il mio comandante mi dice qualcosa del tipo: “visto che lei non ha obbedito (cioè non ero in sala d’attesa), le farò un provvedimento disciplinare”, cui rispondo deciso: “va bene, verrò col mio avvocato (o sindacato).

Il giorno, cioè la notte successiva ho fatto un altro sogno di cui ricordo solo due frammenti:

“salgo per la ripa scoscesa di un arginello poderale e ci trovo il mio responsabile, magro, totalmente privo di pancia, come se fosse col ventre piatto.

In un luogo non identificato mi ritrovo in auto col collega ed amico Paolo Piccinini (detto Piccininuzzo): siamo fermi in prossimità del medesimo arginello di prima (?), davanti al quale passa un uomo vestito come un cow boy messicano, con una sorta di poncho e Paolo mi dice qualcosa del tipo: “ho comprato il terreno”.

Il primo sogno mi ha offerto l’occasione per riflettere sulla difesa, sull’idea che ho di difesa: io vivo di difesa e controllo ma la difesa di un tempo è diversa da quella attuale, almeno in parte; la distinzione è tra difesa da e difesa di.

La difesa da è un abbraccio esiziale con la figura dell’offensore, nelle varie forme che questi assume nel tempo, è una fissazione.

La difesa di è quella che si prende cura del pensiero e del relativo principio di piacere, è una forma di cura proprio nel senso di avere cura, che è tutta un’altra storia.

Parma, 4 agosto 2019 memoria di San Giovanni Maria Vianney sacerdote, dei Beati Giuseppe Batalla Parramon, Giuseppe Rabasa Betanachs ed Egidio Rodicio Rodi Salesiani, martiri, Enrico Giuseppe (Henryk Jozef) Krzysztofik Sacerdote e martire, Gonzalo Gonzalo Gonzalo Religioso e martire, Guglielmo (William) Horne Monaco certosino, martire