La ex Première dame di Francia, Valerie Trierweiler, ha pubblicato un velenoso volume sulla storia, finita male, col presidente francese François Hollande.

La donna, tradita,  espone al pubblico ludibrio politico prima che umano, l’ex compagno: comprendo la rabbia che deve avere provato di fronte ai tradimenti da studentello del fascinoso Presidente (col motorino, e la guardia del corpo che porta i croissant – che immagine tenera – me l’immagino il nerboruto angelo custode del primo galletto francese, tutto allenamento in palestra e corsi di gestione delle emergenze, andare al bar a chiedere due cornetti per Monsieur le President e la gentile amica –  ma niente prese in giro: le guardie del corpo in Italia le abbiamo viste spingere i carrelli della spesa di qualche presidentessa nostrana).

Una rabbia che, lei stessa ha, presumo, provocato nella precedente moglie del fedifrago (come faccia ad essere così concupito da tante donne mi resta uno dei misteri più irrisolvibili): si potrebbe dire, con poca eleganza che “chi di corna ferisce, di corna perisce”.

Ha descritto un uomo meschino, che irride i poveri, chiamati “sdentati” perchè non si possono permettere le cure dentarie (povero pare sia chi guadagna meno di 4000 euro netti al mese, e chissà mai perchè non 5000 che fa più cifra tonda): l’ovvia, banale annotazione che viene subito alla penna è: ma perchè farsi del male e vivere con un mostro simile? Evidentemente qualche aspetto positivo doveva averlo, magari più legato alla carica che alla persona, chissà; mi resta che una giornalista di successo avrebbe potuto sbarazzarsi con una certa facilità di un compagno così meschino, senza per quello finire nell’aborrita (da lui) classe sociale degli sdentati.

Credo che i soldi guadagnati con questo volume l’aiuteranno molto a riprendersi dalla delusione; quanto al Presidente si potrebbe dire che “il presidente è nudo”, ma non perchè ha perso i vestiti in questa occasione: basta una banale e comunissima storiella di tradimento famigliare (i regnanti, nella storia, che ne sono andati esenti credo siano più rari degli unicorni o poco meno) per svelare quanto poco potente sia il Potente di turno adesso sulla graticola mediatica.

Un Potente messo alla berlina di una ex Potente decaduta: vendette, tradimenti, meschinità varie, come una coppia di diciottenni; da tanto Potere ci si potrebbe aspettare di meglio, o no?

Mi chiedo quanto siano stati coniugi (non m’importa se sposati, non è il matrimonio a fare il coniugio, semmai il contrario).