Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag

Rigoletto

Branciaroli ne “I miserabili”

“I miserabili” è un’opera tanto famosa quanto sconosciuta: quante volte l’ho trovata citata nelle antologie e non solo, ma ogni volta non si è mai acceso il desiderio di leggerla, per quella sorta di antipatia istintiva che mi allontana da… Continua a leggere →

un sogno tragico o forse no

Il sogno, nella notte tra il 25 e 26 aprile scorsi era sicuramente più elaborato ma il resto è sfuggito al ricordo; solo un’immagine tragica mi è rimasta ed eccola: c’è una lunga strisciata, bianca, sull’asfalto, in via Gramsci, nei… Continua a leggere →

narcisi e violette

Tra i numerosi fiori che riempiono il poco spazio che abbiamo attorno a casa stanno diventando preponderanti alcune colture: violette, narcisi, gigli e peonie. Prime a fiorire sono le violette, seguite a ruota dai narcisi: delle prime le più precoci… Continua a leggere →

giovani in via Cavour

Nel pomeriggio di sabato 10 febbraio mi è accaduto un fatto curioso: durante un servizio in centro storico, ho avuto occasione di avere vari dialoghi coi ragazzotti che bazzicano la zona; uno di questi si lamentava di non riuscire a… Continua a leggere →

Domenica con Othello

Dopo uno squisito pranzetto cucinato dalla sempre ottima amica Silvia, il pomeriggio di domenica è stato dedicato  ad un film di cui ignoravo l’esistenza; protagonista il mio amatissimo Kenneth Branagh e questo è un indizio importante per scoprire di cosa… Continua a leggere →

Trovatore al Regio

Dando seguito all’invito dei mitici Gabriele & Silvia, sono andato a sentire Trovatore al teatro Regio, nell’occasione del primo mese nella nuova sede di lavoro; in realtà la data giusta era ieri ma mica potevo anticipare l’opera, quindi mi sono… Continua a leggere →

Ammazzatragedie

Capita di vivere alcuni avvenimenti come delle tragedie, con corollario di angoscia in massicce dosi. Ne sono un esperto così come un estimatore. Quando si entra nel clima di tragedia diventa difficile uscirne perchè tutto viene costruito “logicamente” all’interno del… Continua a leggere →

La forza del destino e l’onore

Invitato dagli amici di sempre, Gabriele Trivelloni e Silvia Sangiorgi, torno nel tempio parmigiano della lirica, il teatro Regio. Confesso l’emozione all’inizio: mi sento spaesato e a disagio in mezzo a tanta gente speranzosamente elegante e molto appariscente, poi l’arrivo… Continua a leggere →

kyrie e Filippo Neri

Dopo un’altra settimana di quelle buone, che mi hanno visto pure con un gomma dell’auto forata (non mi era mai capitato se non un volta secoli fa, durante un gita col mitico Pier a Siena e Pisa, ma l’auto era… Continua a leggere →

Madrid giugno 2012

Partenza e arrivo in leggero ritardo (una ventina di minuti): lo stewart mi fa sedere in uno dei posti riservati alle vie di fuga (praticamente sull’ala) così che le gambe sono meno incastrate del solito. Viaggio senza scosse; arrivo alla… Continua a leggere →

© 2019 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑