Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag Narciso

Assassinio nella Cattedrale e narcisismo

“Debbo io, che tengo le chiavi Del cielo e dell’inferno, solo supremo in Inghilterra, Che lego e sciolgo, con il potere del Papa, Abbassarmi a desiderare un potere più meschino? Delegato a lanciar la condanna della dannazione, Condannare i Re,… Continua a leggere →

narcisi e violette

Tra i numerosi fiori che riempiono il poco spazio che abbiamo attorno a casa stanno diventando preponderanti alcune colture: violette, narcisi, gigli e peonie. Prime a fiorire sono le violette, seguite a ruota dai narcisi: delle prime le più precoci… Continua a leggere →

verità e appuntamento

Sabato pomeriggio mi è accaduto di conoscere un personaggio “importante” di cui non farò il nome per motivi di correttezza. Di quest’uomo mi è stato detto che è molto permaloso ed arrogante; della seconda “qualità” ho fatto esperienza anch’io ma… Continua a leggere →

l’altro che non c’è e Maria di Magdala

Questo post nasce da un’interruzione. Mi è accaduto di interrompere bruscamente un rapporto di conoscenza con una persona dopo che, per un bel periodo di tempo, avevo intrattenuto una certa frequentazione telefonica. Mi sono ritrovato, improvvisamente, scombussolato nelle mie “quasi”… Continua a leggere →

cena di compleanno e visita a Fornovo

Fine settimana impegnativo: il 4 marzo è una ricorrenza che festeggio poco e che dovrei, invece, valorizzare molto di più. Correva l’anno … non ricordo, andrò a cercare negli annali; frequentavo ai tempi la parrocchia della SS. Stimmate, nel quartiere… Continua a leggere →

contro il fanatismo

Sono debitore, come ogni volta che mi capita di scrivere qualcosa, ad un amico, il consueto Gabriele Trivelloni, che mi ha segnalato un libretto delizioso, come un antipasto. L’autore è Amos Oz, di cui non è difficile immaginare la provenienza… Continua a leggere →

Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli egizi al Novecento

Domenica, fine mese di maggio, anticipo del mese di giugno, il più bello dell’anno; con Silvia e Gabriele andiamo a Vicenza incuriositi da una mostra che promette molto. L’inizio non è dei più felici, il mio senso dell’orientamento colpisce ancora… Continua a leggere →

Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach

Ho terminato la lettura di un libro leggero e veloce, La vera storia della Principessa Sissi e dell’anarchico che la uccise, di  Renzo Castelli. Un libro che si legge bene, senza intoppi, ma niente di entusiasmante mi aspettavo di più. Certo scoprire… Continua a leggere →

génitum, non factum

Dopo una mattinata da incubo, ho avuto il piacere di avere mio fratello e mio nipote ospiti a pranzo ed ho avuto modo, così, di vedere il supernipote che guidava l’auto: la cosa mi ha provocato una certa emozione. Mattina… Continua a leggere →

De Perfectione, Francesco Gallina

La perfezione uccide anche te, digli di smettere: Francesco Gallina, De Perfectione. Ieri sera avevo 40 pagine che mi separavano dalla fine: me le sono divorate, era ormai tempo di finirlo questo libro così curioso. All’inizio, ma Francesco non se… Continua a leggere →

c’è partner e partner

A proposito di partner cui facevo riferimento ieri, mi è accaduto un breve dialogo al lavoro, che riporto come esempio di cattivo partner, con intenzioni perverse: un collega, dunque, chiede di sapere se io sono un ufficiale del corpo (e… Continua a leggere →

Non faccio il bene che voglio ma il male che non voglio

Stanotte svegliato bruscamente per un “incidente” imprevisto, mi sono ritrovato a pensare ancora all’idea della morte. Il pensiero, poi, correva via verso due citazioni che ritornavano in mente con “ostinazione”; la prima viene da Lacan ed ha a che fare… Continua a leggere →

orgoglio di appartenenza

Giornate intense, tra alcune telefonate graditissime ed eventi meno graditi. Ho perso il portafogli; mai successo in vita mia; l’ho poi ritrovato grazie all’aiuto anonimo (che ringrazio di cuore) di un cortese cittadino che l’ha trovato e consegnato alla coop… Continua a leggere →

seconda cresima in Valtellina

Tornare in Valtellina è sempre una grande emozione, sia in positivo che in negativo. Avevo deciso che non avrei perso per nessun motivo la cresima del Giacomo e così è stato nonostante i due giorni precedenti la partenza avessi febbre… Continua a leggere →

sadismo e ideale

Dal Corriere dela sera due notizie: modella si offre come cavia per il taser (pistola elettrica in uso ad alcune polizie americane) e gli spettatori pagano per assistere, il tutto per beneficenza; giovane anglosassone muore a seguito di attacco cardiaco… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2021 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑