Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag

Andrea Piselli

santa Marta, Andrea Piselli e la fede

Oggi è santa Marta, patrona delle casalinghe e protagonista di un episodio  interessantissimo, riportato da Giovanni, 11,19-27. “In quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli… Continua a leggere →

angoscia e discorso dell’uniforme

Piazza Ghiaia, stamattina alle 8.30: ci sono arrivato dai portici della Pilotta, accompagnando mia madre che voleva fare shopping al mercato: quell’angolo sembrava un pezzo di terreno accanto a un formicaio; decine di persone si affaccendavano smaniose attorno ad alcuni… Continua a leggere →

Corso di formazione a Colorno

Ero agitatissimo, stamattina, stanotte prima sveglia alle 3.25, un breve sono ed una seconda alle 5.25, il motivo? il corso di formazione/aggiornamento, il primo che si teneva a Colorno, da che memoria ricordi. Avevo una paura terribile tanto che, per… Continua a leggere →

Sogno amoroso e danese

Questo conturbante sogno risale al 18 aprile C’è una sala in cui ci sono forse delle iscrizioni e forse una conferenza; nella sala c’è Andrea Piselli ed attorno a lui si trovano 4 coppie gay che stanno facendo sesso. La… Continua a leggere →

cena a Modena

Cena a Modena, ieri sera, 27 marzo, di venerdì, fortunatamente senza carne anche se non ho fatto digiuno. L’occasione è stata offerta dalla padrona di casa, la superfantamitica Elisa Fancinelli, mia collega di Modena, che voleva salutare coloro che hanno… Continua a leggere →

abbazia di san Pietro a Modena

Per il 22 gennaio avevo in previsione una visita a Milano con l’amica Silvia Sangiorgi, saltata per via della convocazione a Modena, davanti al giudice di pace penale, giusto per sentirmi dire che ero libero, cioè non sarei servito come testimone… Continua a leggere →

Riposo e pensione

Interrompo, per un momento, il sunto del bellissimo libro di Emilio Gentile, L’apocalisse della modernità, per “festeggiare” un anniversario: oggi, 16 dicembre 2014, sono 4 anni che lavoro (anche se adesso in prestito) per il comune di Modena; da domani… Continua a leggere →

sogno cerimoniale

che confusione, stanotte! C’è una cerimonia, in duomo, presieduta da monsignor Amilcare Pasini (il defunto vescovo di Parma che mi ha cresimato); io e mio fratello, almeno credo, gli facciamo da chierichetti o qualcosa di simile; forse siamo un po’… Continua a leggere →

c’è partner e partner

A proposito di partner cui facevo riferimento ieri, mi è accaduto un breve dialogo al lavoro, che riporto come esempio di cattivo partner, con intenzioni perverse: un collega, dunque, chiede di sapere se io sono un ufficiale del corpo (e… Continua a leggere →

Cesena, Sarsina, Rimini

Corso di formazione a Cesena; ci vado con la solita ansia da prestazione, accresciuta dal tanto tempo trascorso dall’ultima volta che ho tenuto una lezione. La sala che ci ospita, in legno, del Settecento e all’interno di quel gioiello che… Continua a leggere →

serata in compagnia e sogno conclusivo

Stanotte ricordo di avere sognato un qualcosa di simile a questo: “ero in compagnia del mio Commissario preferito ed altre due o tre colleghe; eravamo a casa mia a fare non so cosa. Ad un certo punto scatta un allarme… Continua a leggere →

Buona Pasqua

In pieno sabato santo, durante il Triduo pasquale, festività cattolica più importante dell’anno. Inaspettatamente, giovedì scorso, ho ricevuto la telefonata del mio Commissario preferito, che mi ha commosso non poco. Sono trascorsi 18 giorni dall’ultima volta che abbiamo pranzato assieme… Continua a leggere →

Ultimo giorno a Modena

Dopo rinvii e patimenti, finalmente è arrivato il giorno: l’ultimo giorno di lavoro a Modena, almeno per quest’anno. Temevo non si riuscisse più a concretizzare, tanto che i colleghi mi chiedevano scherzosamente (?) la restituzione dei regali che mi avevano… Continua a leggere →

Il ritratto e altri regali

Ho desiderato, per anni, da quando mi è venuta la simpatia per la pittura, un ritratto. Chissà, forse l’avere visto i tanti dipinti appesi alle pareti dei palazzi nobiliari che ho visitato, con i visi austeri degli antenati a ricordare… Continua a leggere →

auguri di Natale

Si avvicina ancora il Natale, festa arcinota a tutti e forse per questo, scontata. Ma scontata non lo è affatto poichè non vi è alcun obbligo di festeggiarla (ed infatti normalmente non lo si fa se non per l’aspetto gaudente… Continua a leggere →

© 2019 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑