Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Categoria

sogni

sogno militaresco

Nella notte tra il 26 e 27 ottobre: Mi trovo su una corriera, da solo e mi avvio verso la chiamata alle armi, ad un corso per ufficiali, perché ci sarà la guerra. Non ricordo se canto o sento in… Continua a leggere →

supplemento al sogno ortopedico

Ripensando al sogno di sabato notte mi sono venuti in mente alcuni ricordi, tra i quali alcuni momenti trascorsi in compagnia di nonno Angiolino dalla “Madonnina” come si dice in zona, cioè alla fine della strada in cui abito, a… Continua a leggere →

Sogno ortopedico terremotato

Sabato mattina in quel di Milano per la prolusione, ottima come sempre, del corso annuale di Studim Cartello, intitolata “Quid amor?”: Giacomo Contri è stato stimolante, come sempre. A fine mattinata mi arriva una pessima notizia che riguarda due cari… Continua a leggere →

sogno aereo

Stanotte ho sognato di prendere l’aereo in compagnia di mia mamma e della super nipote Laura. Non ricordo quale fosse la destinazione ma credo Modena; in effetti mentre atterriamo vedo distintamente dall’alto una piazza col duomo che poteva essere nell’ordine… Continua a leggere →

Sogno, funerale e tanta afa

La giornata in cui si ricorda san Domenico, fondatore del famoso ordine dei predicatori, familiarmente Domenicani, è iniziata con un sogno decisamente particolare, che ha unito due donne di un certo rilievo per la mia vita: la mia augusta genitrice… Continua a leggere →

sogno famigliare

Nella notte tra 25 e 26 luglio: sono a letto, nella camera della mamma; mi raggiunge, inaspettatamente, mio padre, che si ferma a parlarmi per un po’ di non ricordo cosa. Ad un certo punto lo invito ad andarsene perchè,… Continua a leggere →

sogno con uno strano abate

Lo strano abate non è il protagonista ma una della tante strane comparse di questo sogno. Un uomo, ricoverato in ospedale (?) parla con … Ci sono tre bicchierini da caffè che contengono sperma: servono per verificare la fertilità. Scendo… Continua a leggere →

sogno con la nonna

Sul balcone di casa c’è seduta una persona, forse la nonna, invece a metà delle scale c’è seduto un ragazzo abbastanza giovane, con la barba. Discuto con questo ragazzo che è un rapinatore: gli spiego che non abbiamo soldi in… Continua a leggere →

sogno ferroviario

Mi trovo nell’atrio, molto ampio, di una stazione ferroviaria, forse Milano o Roma, in compagnia di mia zia; sollevo le valigie per dirigerci verso gli ascensori. Ora mi trovo su una sorta di camminamento sopraelevato, riparato da un corrimano; c’è… Continua a leggere →

un sogno molto inquietante

Un brandello di sogno di stanotte: una donna, nuda, vista di fronte, dotata di un enorme pene, una donna fallica, ed è mia madre. Del resto non ricordo nulla se non che c’era un uomo, forse un giovane uomo che… Continua a leggere →

distruttivo spietato cattivissimo

Dopo avere ricevuto un “lei è cattivissimo” e un successivo “lei è spietato”, ieri sono stato incoronato come “distruttivo”. Credo dipenda molto dal mio modo di parlare, molto “drammatico” ed eccessivo. Ma se questi sono giudizi è bene tenerne conto… Continua a leggere →

sogno con amici e aracnidi

Il materiale di questo sogno mi viene, credo, dalla serata, trascorsa in compagnia degli ottimi amici Paolo e Federico, degustando una squisita pizza tonno cipolle e gorgonzola. Una volta addormentato ho sognato che io e Federico eravamo a dormire assieme… Continua a leggere →

sogno sanzionatorio

Sogno di stanotte: mi trovo non so dove, in compagnia di un assessore che mi dice: “deve fare sanzioni qui, qui e qui”, io gli rispondo che c’è il comandante e che deve parlare con lui ed aggiungo che lui… Continua a leggere →

sogno con ascensore

Dopo alcune notti di digiuno, finalmente, un sogno è venuto ad allietarmi. Devo far arrivare dei pali o dei palchi(?) per la festa (?) di Colorno (?), me lo dice al cellulare Umberto; mi trovo al V piano e devo… Continua a leggere →

sogno festaiolo

Mi trovo non so bene dove, forse nei pressi della vigna di antichi vicini di casa; all’inizio di un filare vedo un grosso ragno giallo che mi fa decisamente schifo, il filare è di viti di uva nera, con grappoli… Continua a leggere →

© 2020 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑