Sono sinceramente soddisfatto della mancata elezione del Romano (apprezzo solo il Pontefice, non il presidente) anche se non mi piace la rielezione di Napolitano, sebbene, visto lo stato di necessità…

A casa Bersani, a casa la Bindi (per quest’ultima vale il famoso “non tutti i mali vengono per nuocere”), se continua così anche il Berlusca ha le ore politiche contate, come è bene che sia.

Sempre più impotente, questo potere e non è, comunque, una buona notizia: in carenza di potere si rischia il predominio della prepotenza anche se sono possibili altri scenari…

Sono stato, infine, protagonista di un surreale colloquio con una ragazza spagnola che mi ha seriamente irritato (anche se non l’ho fatto trasparire): dopo avere detto di essere spagnola, voleva parlare in inglese; non so se mi spiego! un’onta tremenda.

Ho cercato in ogni modo di usare il dolce idioma del paese che tanto apprezzo, ma senza successo; la ragazza estaba borracha, ubriaca che la metà bastava. Ero così contento di poter parlare spagnolo sigh sigh; comunque la chica me ha dicho que en su pais todos benen muchisimo. Eso no me gusta para nada.

Ritrovo in comune con la Spagna: la caduta del potere (vedi gli scandali a corte, che ci sono sempre stati ma un tempo non così diffusi tra le masse popolari, moraliste ed invidiose), l’alto numero di negozi che acquistano oro (i vendo oro, anche se da noi non vedo ancora gli uomini sandwich per strada) e la diffusione delle lotterie.

Mal comune, nessun gaudio.

Là dov’è il tesoro sarà il vostro cuore, citazione tutta da esplorare perchè se ci si accontenta (cioè si lavora per ottenere) del mezzo gaudio prodotto dal mal comune, seguiranno macerie (il cuore, cioè il pensiero, troverà posto nell’invidiosa rimuginazione, rivendicazione e distruzione di ogni traccia di profitto)