Con molta caparbietà ed un impegno fisico non indifferente il buon Alessio, un altro dei cuccioli della mia scuderia, finalmente ha portato a compimento uno dei suoi obiettivi: lunedì 15 febbraio discuterà online, causa covid, la tesi e potrà, finalmente, fregiarsi del titolo di dottore.

Voglio fargli al contempo i complimenti e gli auguri: questo è solo una tappa di un percorso che gli porterà altre soddisfazioni, ma, intanto, godiamoci questo.

Anche perché è stato conseguito con un impegno davvero encomiabile, con costanza nonostante le tante avversità che in questi anni avrebbero fatto passare la voglia a chiunque.

Ora che mi diventa dottore, il buon Alessio potrà partecipare ai concorsi per diventare funzionario, che è la prossima tappa: la conseguirà con la stessa determinazione con cui ha superato tutto.

Ovviamente resterà per me una semplice burbetta de burbis.

L’informazione in presa diretta mi dice che la cerimonia si è conclusa con un rotondo 100, quindi complimenti d’obbligo al neo dottore.

La felice giornata cade nel giorno della festa del santo patrono del comune di Sorbolo Mezzani, anzi dei santi patroni i martiri Faustino e Giovita, patroni anche della città di Brescia.

I ricordi di Sorbolo mi convincono sempre più che feci bene a scapparmene a gambe levate, ma questa è un’altra storia.

Parma, 15 febbraio 2020 memoria dei santi Faustino e Giovita martiri