Cogito ergo adsum

Si benedicens benedixeris mihi et dilataveris terminos meos, et fuerit manus tua mecum, et feceris me a malitia non opprimi!

Tag

Parma

Sogno e liceo scientifico

Questo sogno è stato il degno inizio di una giornata campale e la conclusione di un’altra non meno importante, ma un passo alla volta. Intanto il sogno: “Mi trovo in un posto che potrebbe essere un salone dell’oratorio della mia… Continue Reading →

San Benedetto, santo eponimo della mia parrocchia

Giornata iniziata con una curiosità: mi sono trovato all’edicola della stazione ferroviaria di Parma ad essere il primo acquirente del Corriere della Sera, che era ancora imballato ed è stato aperto appositamente per me. Una banalità, ma non mi era… Continue Reading →

postelettorale a Parma

Debbo al profilo di un’amica, Daniela Adorni, la lettura di un lungo post pubblicato su facebook dal neo eletto in consiglio comunale di Parma, Lorenzo Lavagetto, che dovrebbe essere, se non ricordo male, anche il segretario del pd. Due passaggi… Continue Reading →

Leggendo il giornale: dalle elezioni alla riforma dei giudici di pace

Giornata post elettorale a Parma e non solo. Nella città Ducale Chicco Pizza asfalta l’armata di Paolo Scarpa, sostenuto dal pd. La mia ostilità politica ai grilletti, pentastellati e loro profughi vari è nota quindi  non riprenderò, ma, in fondo,… Continue Reading →

Ballottaggio a Parma

Domenica 25 si vota ancora, a Parma, per eleggere il sindaco. Come preannunciato, non andrò a votare, non trovando interessante nessun candidato. A casa mia, però, è giunta l’ennesima lettera, indirizzata a mia madre, la vera capofamiglia, del candidato sindaco… Continue Reading →

elezioni comunali a Parma

Giornata di primo turno elettorale a Parma; ho adempiuto al dovere civico di votare. Con grande, grandissima indecisione. Ho dato e fatto pubblicità per un candidato che ha perso e si sapeva; ora ho l’amletico dubbio: votare o non votare?… Continue Reading →

Michel o un inaspettato incontro

Giornata impegnativa, quella di oggi, almeno meteorologicamente. Trovandomi nella Romagna che è, per definizione, solatia (sono come i cani pavloviani, non appena sento “Romagna” mi scatta in automatico “solatia dolce paese”) oggi ho scoperto che anche qui arriva il maltempo,… Continue Reading →

nuovo parroco a san Benedetto

Sto prendendo un brutto vizio ovvero: non esageriamo! Ho ancora in mente la solenne celebrazione di domenica scorsa quando mi ritrovo, per la Messa vespertina, nella mia parrocchia consueta di Parma, san Benedetto. Arrivare e trovare la porta centrale spalancata… Continue Reading →

Roma, amata Roma

Dopo alcuni anni di assenza, ho deciso di concedermi una breve vacanza romana; certo non sono Gregory Peck, nè avevo come compagna Audrey Hepburn, la gita era in solitaria anche se ha visto il conforto e felice apporto di una persona… Continue Reading →

Varie a Madrid tra cui i manteros

Madrid offre molto, oltre al caos della vita notturna che normalmente non fa per me nonostante mi sia concesso una passeggiata in centro ogni sera, per conciliare la digestione Dopo l’overdose di bellezza della mostra dedicata a El Bosco, Hieronymus Bosch, e… Continue Reading →

Pieve di Bardone

Ho raccolto ben volentieri l’invito degli amici Silvia Sangiorgi e Gabriele Trivelloni per un’escursione sulle colline dell’Appennino parmense; da tempo Gabriele insiste nel sostenere che le nostre colline sono suggestive e degne di ben altra considerazione, trovando in me orecchio… Continue Reading →

Capalbio: 50 sfumature di razzismo

Anche a Capalbio andranno, forse, i migranti, una cinquantina. L’intellighenzia left oriented che vive e frequenta il paese è in subbuglio; due sono i ricorsi già presentati al tar ed il sindaco, immagino pure lui del medesimo orientamento politico, rilascia… Continue Reading →

Ritorno da Rimini

L’ultimo giorno è stato dedicato alla colazione con Fabio Montebelli, un rito che cerco di ripetere ogni volta che mi è possibile ed un bis di colazione con Angelica Costa con la quale mi sono intrattenuto un bel po’ di… Continue Reading →

malore in treno e maleducazione

In treno, un caldo torrido, finestrini aperti… a poca distanza percepisco che una signora non è proprio in forma ma c’è una gentilissima ragazza che le presta assistenza per cui non mi avvicino, considerando che c’è anche il marito. Arriviamo… Continue Reading →

A Piacenza

A Piacenza c’ero stato per i consueti tre giorni, il che significa qualche annetto fa, poi, nonostante la relativa vicinanza, non c’ero mai tornato. M’è venuta voglia e per non lasciare del tutto la tradizione che mi vuole girovago in… Continue Reading →

© 2017 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑