Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag

barocco

Al funerale di Attilio

Mi avrebbe fatto piacere presenziare alle esequie dell’amico Attilio Sebastiani ma temevo di non riuscire a causa di un’udienza presso il tribunale di Modena. Fortunatamente l’udienza si è tenuta in tempo per permettermi di fare un salto in comando a… Continue Reading →

orfanotrofi inglesi

Ho letto una notizia orribile: nel cimitero di Lanarkshire, nei pressi di un ex orfanotrofio scozzese di Smyllum Park sarebbero sepolti i corpo di varie centinaia di bambini, almeno 400, in un’anonima fossa comune. La vicenda si svilupperebbe tra il 1864… Continue Reading →

Verona Minor Hierusalem

Verona Minor Hierusalem è il titolo di un progetto, di quelli che apprezzo incondizionatamente. L’idea è quella di coinvolgere dei volontari, formarli, cioè dar loro delle conoscenze adeguate e utilizzarli per tenere aperte alcune chiese d’oltre Adige che solitamente sono… Continue Reading →

Più grande

Il sempre ottimo Francesco Gallina ha pubblicato un pezzo sul famosissimo Busillis dedicato ad una chiesa che ho potuto visitare recentemente grazie ad un altro ottimo personaggio di cui ho parlato pochi giorni fa, il mitico Tonino Ferrari (il post a… Continue Reading →

Oporto e il bilancio del Portogallo

Ero partito per il Portogallo decisamente prevenuto; mi aspettavo un paese caotico, sporco e insicuro; ricordavo anche che era fallito una o due volte, quindi, mi aspettavo di trovare uno stato di degrado e tristezza diffusi. Sono ben contento di… Continue Reading →

ed ora … il razzismo in Europa

Come le ciliegie, le opere di George L.Mosse: una tira l’altra; eccomi stavolta a riassumere il primo capitolo, le origini, de Il razzismo in Europa, altra opera di sicuro interesse e fonte di notevole ispirazione. Quello che a me interessa… Continue Reading →

ecstasy e busillis

Solo ieri ho saputo di un post dell’ottimo Francesco Gallina dedicato all’estasy ovvero l’unione di estasi ed ecstasy di cui avevo anch’io parlato alcuni giorni fa a proposito della morte di un sedicenne a causa di una maledetta pastiglia. Non ne tesserò… Continue Reading →

un rospetto la natura e i colori

Tornato a casa dalla fatica della festa degli alpini, sistemando gli ombrelloni, riposti in cantina, spostavo anche le piastrelle, pesantissime che li fissavano al terreno: quale sorpresa nel trovare, sotto l’ultima, un rospetto, simile a quello dell’orto dello scorso anno… Continue Reading →

VIttoriale degli italiani a 50 anni

Termino la giornata come l’ho iniziata: mangiando ciliegie, un’attività tra le mie preferite, in assoluto. Il resto è una gita che mi concedo in compagnia di Gabriele Trivelloni e Silvia Sangiorgi al Vittoriale degli italiani. Ho scelto questo luogo ameno… Continue Reading →

Il liberty in mostra a Forlì

Dopo l’ultima lezione a Cesena mi metto in moto per tornare a casa, ma con tappa a Forlì per visitare una mostra dedicata al liberty in Italia. Devo complimentarmi con l’amministrazione di Forlì che sovrintende all’area espositiva di San Domenico… Continue Reading →

Il Papa e le chiacchiere

Noto in Papa Francesco una certa insistenza sulle chiacchiere nei confronti delle quali sarebbe da fare obiezione di coscienza. Insiste in una occasione affermando che  bisogna «non vivere attorniati dalle chiacchiere» ed ancora: “Gesù ci ricorda che anche le parole… Continue Reading →

diritti, colpe ed eccessi

Un paio di episodi oggi mi hanno convinto, se mai ne avessi avuto bisogno, che vivo in un paese incorreggibile, irrecuperabile. Prima di incolpare i politici di tutte le nefandezze per cui sono tristemente famosi, non sarebbe male se ognuno… Continue Reading →

Cracovia, il ritorno

Sabato, ultimo giorno, è il 9 marzo: mattina dedicata alla visita delle chiese di Cracovia che ieri abbiamo solo intravisto, con l’aggiunta di quella, insignificante, dei cappuccini, poi la strada dei canonici, bellissima strada costeggiata dalle antiche abitazioni dei religiosi… Continue Reading →

E me ne stacco sempre/ Straniero

Racconto fattomi da persona che conosco da anni; “Ero bambino, età prescolare e primi anni delle elementari, queste alcune frasi: “come è/sei alto”, “come è/sei educato”, “come è/sei bravo a scuola”; mia madre mi ha poi sempre raccontato che alla… Continue Reading →

© 2017 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑