Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Tag

amore

bellezza e ideale dell’io

Che la bellezza sia una delle mie ossessioni è del tutto evidente. Nella bellezza, come ideale, si nasconde la solita trappola. Ne fa chiarezza il solito Sigmund Freud che in “Introduzione al narcisismo”, ad esempio, chiarisce: ” Essere innamorati significa… Continue Reading →

Simposio e Simbolismo a Milano

Sabato dedicato al simposio a Milano; me ne sono tornato con alcune idee sulla paranoia, sul potere, sul tiranno e sul fallo; in particolare conservo questa teoria: “posso perchè posseggo alcune caratteristiche”. Il mondo si divide, quindi, tra coloro che… Continue Reading →

Equilibrio e amore

Debbo ad un’altra sollecitazione dell’amico Cristian Cosimo l’idea di scrivere due righe su un fatto autobiografico che non meriterebbe. A Budapest, in vacanza assieme, mi sono sentito rimbrottare, per l’ennesima volta, un presunto eccessivo autocontrollo dei pensieri, come se volessi… Continue Reading →

Inflessibile Angela

Oggi ho visto in tv il volto inflessibile, spietato di Angela Merkel: la sua risposta ad una domanda di una ragazzina palestinese, abitante in Germania da 4 anni (formulata in ottimo tedesco) ne ha causato il pianto, a fronte del… Continue Reading →

Sessualità e nazionalismo

Dopo il bellissimo volume dedicato al mito dell’esperienza di guerra, George L. Mosse mi ha sedotto con un’altra su opera dedicata ad un tema che è non meno importante ed affascinante, il rapporto tra la sessualità ed il nazionalismo, questo… Continue Reading →

Appuntamento o sottomissione

Una scoperta nel giorno di san Sebastiano. Un ragazzo, anni fa, ai tempi della scuola superiore (ma non solo, ho saputo) si preoccupava di scrivere i temi (quindi compiti in classe di italiano) non solo in modo che piacessero al professore,… Continue Reading →

D’Annunzio Petrarca e la bellezza

Mi è tornata in mente una considerazione del dottor Giacomo Contri dedicata all’amore dell’amo, ovvero l’innamoramento che fa fare la fine del pesce preso all’amo. Il mio allora venerato professore di italiano ci fece studiare a memoria varie cose tra… Continue Reading →

Non faccio il bene che voglio ma il male che non voglio

Stanotte svegliato bruscamente per un “incidente” imprevisto, mi sono ritrovato a pensare ancora all’idea della morte. Il pensiero, poi, correva via verso due citazioni che ritornavano in mente con “ostinazione”; la prima viene da Lacan ed ha a che fare… Continue Reading →

Traviata e l’innamoramento

Tra sogni e lapsus di cui parlerò magari in altra occasione, oggi mi è capitato di ritornare a pensare al mio commensale valtellinese di cui ho già parlato. E di associarlo, per alcuni aspetti, a Giorgio Germont; ardito paragone, ma… Continue Reading →

seconda cresima in Valtellina

Tornare in Valtellina è sempre una grande emozione, sia in positivo che in negativo. Avevo deciso che non avrei perso per nessun motivo la cresima del Giacomo e così è stato nonostante i due giorni precedenti la partenza avessi febbre… Continue Reading →

l’amore (che non c’è) e la guerra

Scoperta di un amore che non c’è. Parto da un inizio lontano: quando ero il reuccio incontrastato di casa mia. Poi è venuto un fratello che non volevo (“lo butto dalla finestra” è il mio ricordo più antico); un fratello… Continue Reading →

Matteo Nucci, l’amore e i talenti

Oggi onomastico di Marcello un caro collega di Modena, stretto tra due santi di grande rilievo come san Mauro, ieri e sant’Antonio domani. Entrambi abati, uno benedettino, ed è risaputa la mia devozione per i benedettini, l’altro accompagnato dal proverbiale… Continue Reading →

auguri a Federico

“Ti benedica il Signore e ti custodisca. Il Signore faccia risplendere per te il suo volto e ti faccia grazia. Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace” (Numeri:6- 24-26). Riprendo queste bellissima citazione perchè oggi… Continue Reading →

nel mezzo del cammin

Oggi festeggio, si fa per dire, il raggiungimento dei due anni e mezzo dei cinque che, pare, per contratto e con clausola ferrea assolutamente insuperabile, mi vincolano a Modena. Sono già trascorsi, appunto, due anni e mezzo, abbastanza di corsa,… Continue Reading →

fiori, colori e ringraziamenti

Oggi è stata una strana giornata: è di fatto saltato il mio contributo all’incontro formativo presso la Scuola interregionale di polizia locale, tuttavia non è andata male; i miei correlatori sono state persone competenti, cortesi, interessanti, disponibili. I miei complimenti… Continue Reading →

© 2017 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑