Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Donatello a Firenze

Nell’ultima decina di giorni di giugno ho la consuetudine di concedermi un viaggio (ai bei tempi in cui mi era possibile) o almeno una breve escursione in giornata, quest’anno la meta è stata Firenze, in occasione di una splendida iniziativa,… Continua a leggere →

Elezioni politiche 2022

Se è stato un dramma trovare qualcuno da votare in occasione delle elezioni comunali della passata primavera, all’approssimarsi delle autunnali, anzi settembrine, elezioni politiche il dramma rischia di trasformarsi in tragedia. Alle amministrative avevo sostenuto, convintamente, un candidato di Azione,… Continua a leggere →

La chiesa di San Sepolcro a Milano

Dopo la visita della Biblioteca Ambrosiana, sono “incappato” in questa chiesa che della Biblioteca è parte, almeno per quel che riguarda l’amministrazione. La chiesa di San Sepolcro mi ha incantato, come spesso chi mi conosce sa che accade di fronte… Continua a leggere →

A Borgo Val di Taro, non in vacanza

Borgo Val di Taro, chiamata sinteticamente Borgotaro, è stata la mia meta estiva di questa torrida e arida estate 2022: una prima volta il 24 giugno, per la visita pre ricovero ed una seconda il 7 luglio, alle 7 per… Continua a leggere →

Pinacoteca ambrosiana

La Pinacoteca Ambrosiana è stata le terza ed ultima tappa della trasferta milanese: un luogo fantastico, meraviglioso, commovente.Uno dei tanti luoghi che costellano questa disgraziata penisola come le stelle rendono luminoso ed affascinante il cielo.Il Cardinale Federico Borromeo ne decise… Continua a leggere →

Sconfitta e ballottaggio

Le elezioni amministrative, il primo turno, si sono concluse con quello che mi aspettavo, la sconfitta del mio candidato.Dario Costi non è arrivato al ballottaggio, com’era forse prevedibile sebbene auspicassi un diverso risultato, ma le urne sono sovrane e mi… Continua a leggere →

Tiziano e l’immagine della donna nel Cinquecento veneziano

“Tiziano e l’immagine della donna nel Cinquecento veneziano” è un titolo a mio parere non particolarmente invitante, quasi un pretesto, ma il Palazzo Reale di Milano ha sempre la sua attrattiva e, trovandomi già lì per Joaquin Sorolla, mi sono… Continua a leggere →

Joaquin Sorolla pittore di luce

Joaquin Sorolla y Bastida è un pittore spagnolo che conoscevo ed apprezzavo da tempo: ne avevo visto alcune opere in occasione di una delle visite nell’amata Spagna, a Barcellona (ricordo che in quell’occasione venni intervistato da un giovane e cortese… Continua a leggere →

Curricula candidati al consiglio comunale

Istigato dall’animaccia nera di un amico, che apprezzerà il paragone coll’infingardo consigliere romagnolo famoso perché “l’opere mie non furon leonine, ma di volpe“, mi sono dedicato a compulsare i curricula che i candidati, anzi aspiranti, consiglieri comunali hanno pubblicato online… Continua a leggere →

Calenda e Costi

L’ultimo giorno del mese di maggio ho deciso di compiere un gesto per me assolutamente inconsueto, che non ricordo di avere mai realizzato in precedenza, salvo qualche errore di. memoria che non è più la stessa di un tempo (anzi… Continua a leggere →

Voterò Dario Costi

L’avvicinarsi delle elezioni per il rinnovo dell’amministrazione comunale mi ha provocato una vago senso di angoscia: come non mai la domanda su chi votare non riusciva a trovare una risposta. Non mi piace l’idea di non votare: è un appuntamento… Continua a leggere →

100 lire e tentazioni nel deserto

Il riferimento è al post precedente, dove si parla di fare la volontà altrui; a questo proposito è utile rileggere la canzone delle 100 lire per andarsene in America ma anche le tentazioni bibliche citate sempre nell’altro post: in questi… Continua a leggere →

Sia fatta la tua volontà

Si potrebbe definire questo post un frutto dei due precedenti dove si è trattato con abbondanza, seppur a margine di volontà.Un collegamento mi ha richiamato alla memoria la più celebre preghiera dei cristiani, quella da recitare in segreto, nella propria… Continua a leggere →

Un bel lapsus

Non mi ero accorto di avere commesso, anzi di essermi concesso un bel lapsus calami – a differenza di quelli verbali, quelli scritti, in tempi di correttori automatici, sono ben più difficili e da commettere e da individuare: riguarda il… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2022 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑