Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Roma, Galleria Borghese – Bernini

La Galleria Borghese ospita, per celebrare il ventennale della sua riapertura, una mostra dedicata al mio scultore preferito, l’inarrivabile, ineguagliabile, inestimabile Gian Lorenzo Bernini, un uomo che assieme ad uno dei suoi protettori, il cardinale Scipione Borghese, andrebbe santificato honoris… Continue Reading →

Borsine ecologiche e politica italiota

Le borsine ecologiche a pagamento sono state protagoniste di una polemica infuocata sui social, in tv e sui giornali: questo è sembrato essere uno dei problemi più gravi del periodo a cavallo di fine anno. Problema immenso, anzi sesquipedale, con… Continue Reading →

curioso episodio a Parma

Episodio curioso, in uno dei primi giorni di lavoro; ne parlo perchè è questione marginale al lavoro, rispetto al quale vige la politica di self restraint cui intendo attenermi fino a che resterò a lavorare in quel di Parma. Sono… Continue Reading →

Dom Cipriano Carini

Ho visto dai titoli della Gazzetta di Parma un riferimento che mi ha risvegliato ricordi lontani; sono poi andato a verificare sul sito dei monaci cassinesi ed ho trovato conferma: ieri è deceduto, alla veneranda età di 81 Sua Eccellenza… Continue Reading →

un lapsus decisamente curioso

Una conversazione captata oggi; uno dei protagonisti è persona molto posata, educata, riservata, timida. Questi, parlando con un suo collega e in pubblico, di castagnaccio, ha così commentato questo dolce tipicamente toscano preparato con farina di castagne, pinoli, uvetta e… Continue Reading →

che concerto di capodanno sia

Il gran giorno è dunque arrivato; siamo a capodanno; normalmente una giornata per me insignificante, ma quest’anno sarà ben diverso. Da oggi, infatti, ufficialmente e definitivamente, dipendo dal Comune di Parma, della gloriosa città ducale. Il mio servizio mensile, nella… Continue Reading →

Varie natalizie

In questo periodo natalizio sono accaduti alcuni piccoli banali eventi quotidiani che mi hanno particolarmente rallegrato, nonostante stia vivendo con una certa apprensione il mio futuro inizio nella mia città natale. Il primo, un impensato, è proprio questo trasferimento, ma… Continue Reading →

Commiato da Guastalla

Concluso positivamente il colloquio per la mobilità a Parma, col punteggio di 98/100 (mi dispiace di non essere arrivato a 99 per far pari coi kg che ho ormai raggiunto dopo mesi di dieta, quasi 23 in meno rispetto ad… Continue Reading →

21 dicembre 2017 Catalogna e non solo

Il 21 dicembre 2017 è una data non storica ma nemmeno priva di rilievo: oggi si sono recati al voto i catalani, dopo l’applicazione, questa sì storica, del famoso articolo 155 della Costituzione, ed annessa esautorazione degli organi politici della… Continue Reading →

millesimo post

Non avrei mai pensato di arrivare a 1000 post, che peraltro è una cifra banale come ogni altra cifra, ma visto che comunque un certo fascino lo esercita, chissà forse per i tanti zeri o forse per una certa idea… Continue Reading →

tragedia e strazio: la mamma ama i figli?

Non parlo mai di quel che mi accade al lavoro, nel posto in cui lavoro, ma stavolta faccio un’eccezione. Mi è accaduto ieri sera di dover tornare a lavorare in reperibilità; l’incarico era presidiare una certa zona ove era avvenuto… Continue Reading →

coppia di sogni

Sogno nella notte tra 23 e 24 novembre 2017 La sera, prima di addormentarmi, stavo meditando sulla domanda di trasferimento che ho presentato a Parma. Mi trovo in un campo, molto esteso, o un sottopassaggio di una superstrada; no è… Continue Reading →

Scombussolamenti e Pavia

A Pavia è in corso una mostra dedicata ai Longobardi, fino al 3 dicembre; su proposta degli amici Silvia & Gabriele ho accettato ben volentieri di andare a visitarla, incuriosito dall’epopea di questo popolo di cui conservo pochissima memoria, nonostante… Continue Reading →

Sogno scolastico con topi

Notte tra 13 e 14 novembre 2017: Nell’orto della zia, forse in cerca di un gatto. Mi giro all’improvviso e scopro con disgusto due trappole piene: in una il topo è entrato completamente, nell’altra la chiusura gli batte sulla schiena, quindi… Continue Reading →

« Older posts

© 2018 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑