Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Galleria Doria Pamphilj

La Galleria Doria Pamphilj è stata l’ultima tappa di questa escursione settembrina a Roma; prima un saluto veloce al caro amico Danilo, col quale scambiamo 4 chiacchiere mascherinate seduti sulle scale antistanti la chiesa delle Stimmate di San Francesco che… Continua a leggere →

Banksy a Roma

Banksy e Roma? Sì al Chiostro del Bramante nel giorno della festa dell’Esaltazione della Santa Croce, ma prima dell’orario ci sono luoghi da visitare come, ad esempio, una chiesa che non ero mai riuscito a visitare nelle varie discese, Santa… Continua a leggere →

un anno senza Federico

Caro Federico, è trascorso un anno, volato come si dice in questi casi; ormai mi sono abituato alla tua assenza, non penso più, quando si avvicina la sera, che devo chiamarti o aspettarmi una chiamata da te. Sapevo che sarebbe… Continua a leggere →

Per un pensiero non sospeso

“Per un pensiero non sospeso” è il titolo di un libro, uscito da poco, che consiglio di leggere e regalare in occasione dell’incipiente lock down oppure per le festività natalizie. L’autore è un amico di vecchia data, ma non è… Continua a leggere →

Ritorno da Ostia

Dopo essermi rifocillato con un gelato preconfezionato, sono tornato nell’Urbe per dedicarmi ad altre visite; la mia ben nota indecisione mi ha fato propendere per fare 4 passi a piedi come se non fossi già esausto: dalla fermata di Piramide… Continua a leggere →

Ostia antica

 Ostia antica era l’obiettivo della giornata domenicale, ma prima, com’è giusto e doveroso Santa Messa e, nelle mie intenzioni, colazione; la seconda salterà, non la prima, in Santa Maria Maggiore. Arcibasilica molto bella, con splendidi mosaici; quelli della navata centrale,… Continua a leggere →

A Roma in memoria

Il 12 settembre è giornata dedicata ai caduti della Polizia Locale; quest’anno il mio sindacato, il SULPL, ha deciso di commemorare la ricorrenza in quel di Roma dove era previsto anche un flash mob per ricordare, alle forze politiche, la… Continua a leggere →

Insopportabile arroganza

Uno stralcio da un colloquio di oggi, venerdì 25 settembre: ” lei preferisce dare retta ad una dattilografa di xxx piuttosto che a me che sono XXX (ometto la funzione esercitata)?” Appunto solo un lacerto perché il tono del colloquio… Continua a leggere →

Sogno in seduta

Mi trovo durante una seduta, a casa, in quello che un tempo era il salotto; sono steso sul letto in posizione molto comoda, steso un po’ a zig zag. L’analista mi dà dei buffetti al braccio; dalla finestra guardavo la… Continua a leggere →

Autunno in avvicinamento

Da cosa percepisco che l’autunno si avvicina? Certo le giornate hanno minor durata, cioè c’è meno luce, ma due sono i segnali che la stagione volge verso la tristezza autunnale: le visite del mio amico rospetto ed i radicchi. Ieri,… Continua a leggere →

Sogno nazista

Sogno di stanotte, diviso in tre parti, che ha la peculiarità di vedere, tra i protagonisti il mio carissimo, non dimenticato Federico Buzzi. Ma eccomi al sogno: “mi trovo in casa e ci sono i ladri, non li vedo ma… Continua a leggere →

La parola è un evento

“La parola è un evento”, debbo questa frase all’amico Gabriele Trivelloni che ho avuto il piacere di rivedere, dopo una lunga pausa, ieri sera. Parlavo di varie ed eventuali, senza uno scopo preciso, raccontando eventi della vita quotidiana di questo… Continua a leggere →

Il vuoto o la crisi dello scrittore?

A parte i resoconti degli spostamenti degli ultimi mesi, per la mostra dedicata ad Ulisse in quel di Forlì e per Raffaello a Roma, mi trovo privo di idee. Ho iniziato, ad esempio, un post sul termine inventato da un… Continua a leggere →

Ulisse a Forlì

Siamo a fine giugno, un mese a me particolarmente caro, quando ricevo la visita di un’amica carissima, che abita, purtroppo, a molta distanza e che non riesco a vedere quanto dovrei e vorrei. Con lei e l’inutile appendice del suo… Continua a leggere →

Un curioso episodio

Amo molto viaggiare in treno, sentimento non sempre corrisposto da Trenitalia che, saltuariamente, mi rende l’esperienza sgradevole ad esempio, qualche tempo fa, tenendo una temperatura, nelle carrozze, da battere letteralmente i denti, ma sono inconvenienti che possono succede e non… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2020 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑