Cogito ergo adsum

Was du ererbt von deinen Vätern hast, / Erwirb es, um es zu besitzen

Sogno in seduta

Mi trovo durante una seduta, a casa, in quello che un tempo era il salotto; sono steso sul letto in posizione molto comoda, steso un po’ a zig zag. L’analista mi dà dei buffetti al braccio; dalla finestra guardavo la… Continua a leggere →

Autunno in avvicinamento

Da cosa percepisco che l’autunno si avvicina? Certo le giornate hanno minor durata, cioè c’è meno luce, ma due sono i segnali che la stagione volge verso la tristezza autunnale: le visite del mio amico rospetto ed i radicchi. Ieri,… Continua a leggere →

Sogno nazista

Sogno di stanotte, diviso in tre parti, che ha la peculiarità di vedere, tra i protagonisti il mio carissimo, non dimenticato Federico Buzzi. Ma eccomi al sogno: “mi trovo in casa e ci sono i ladri, non li vedo ma… Continua a leggere →

La parola è un evento

“La parola è un evento”, debbo questa frase all’amico Gabriele Trivelloni che ho avuto il piacere di rivedere, dopo una lunga pausa, ieri sera. Parlavo di varie ed eventuali, senza uno scopo preciso, raccontando eventi della vita quotidiana di questo… Continua a leggere →

Il vuoto o la crisi dello scrittore?

A parte i resoconti degli spostamenti degli ultimi mesi, per la mostra dedicata ad Ulisse in quel di Forlì e per Raffaello a Roma, mi trovo privo di idee. Ho iniziato, ad esempio, un post sul termine inventato da un… Continua a leggere →

Ulisse a Forlì

Siamo a fine giugno, un mese a me particolarmente caro, quando ricevo la visita di un’amica carissima, che abita, purtroppo, a molta distanza e che non riesco a vedere quanto dovrei e vorrei. Con lei e l’inutile appendice del suo… Continua a leggere →

Un curioso episodio

Amo molto viaggiare in treno, sentimento non sempre corrisposto da Trenitalia che, saltuariamente, mi rende l’esperienza sgradevole ad esempio, qualche tempo fa, tenendo una temperatura, nelle carrozze, da battere letteralmente i denti, ma sono inconvenienti che possono succede e non… Continua a leggere →

Centrale Montemartini

La Centrale Montemartini è stata la scoperta di questa gita romana, un’autentica scoperta, di quelle che non ti aspetti. Ci si arriva con la metro in direzione di san Paolo fuori le mura, quindi sulla via Ostiense, in una zona… Continua a leggere →

Palazzo Altemps

Palazzo Altemps, in piazza di sant’Apollinare è uno dei tanti, tantissimi gioielli di una città unica al mondo, la mia amatissima Roma. Le due accompagnatrici non hanno avuto obiezioni a visitarlo anche perché, in caso contrario, le avrei strangolate sul… Continua a leggere →

Museo napoleonico e chiesa di sant’Agostino

Mentre vagavamo in attesa dell’apertura di Palazzo Altemps ci siamo imbattuti in un piccolo ma curioso museo, peraltro gratuito, il Museo Napoleonico. Ho deciso di visitarlo non certo perché amante di Napoleone (che ritengo un gran brutto ceffo) ma per… Continua a leggere →

In giro per Roma

Il caldo si è fatto sentire anche se pure Giove Pluvio ci ha messo lo zampino, anzi i nuvoloni con scrosci connessi, durante i 51 km a piedi che, in tre giorni, ho fatto sobbarcare alla mia super nipote Laura… Continua a leggere →

A Roma per Raffaello

Era uno degli obiettivi, la visita alla mostra che le Scuderie del Quirinale hanno dedicato a Raffaello Sanzio, nel cinquecentesimo della morte, ma la tempesta covid sembrava avere reso impossibile questo progetto e invece, la proroga fino ad agosto, alcuni… Continua a leggere →

Gregorio VII

Ho finito di leggere il bel volume che il professor Glauco Maria Cantarella ha dedicato a Gregorio VII; il professor Cantarella è stato assistente del mitico professor Capitani (Ovidio), docente di storia medioevale all’Alma Mater, col quale sostenni il difficile… Continua a leggere →

Di lagrime avea d’uopo

“Di lagrime avea d’uopo” è un passo di “Traviata”, una battuta di Violetta che anticipa il famosissimo “amami Alfredo”. Uno strano titolo, forse, ma legato a pensieri che coltivo in questo periodo. Stanotte, innanzitutto, un sogno, poco più di una… Continua a leggere →

Avvenimenti vari

In questo periodo mi sono successe alcune cose inaspettate, ma procediamo con ordine. La prima è stata una, seppur fugace, visita di Agostino in quel di Parma; è stato un vero piacere, anche se tutto si è svolto troppo velocemente… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2020 Cogito ergo adsum — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑